IL DOPO GARA

CERCA

Vai ai contenuti

IL DOPO GARA - LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

CALCIO - BASKET - ATLETICA - RUGBY - TENNIS - UN PASSATO CHE NON VA DIMENTICATO

...



IL DOPO GARA 1° GIUGNO 2015

CALCIO.............................................................................--------------------------------------------------------------

Nella 38^ giornata di Serie A, al Bentegodi il Verona ferma sul 2-2 la Juventus. Toni sigla la 22^ rete ed è capocannoniere a 38 anni.

La Fiorentina chiude il campionato davanti ai suoi tifosi con la sfida contro il Chievo. I veronesi sono già salvi da tempo, mentre la Fiorentina (ormai qualificata per l'Europa League) la vittoria la conferma al quarto.

Nella semifinale di andata dei playoff di B, il Vicenza perde di misura all'Adriatico con il Pescara, ma nulla è ancora compromesso per il ritorno al Menti.


Nella semifinale di ritorno dei playoff di Lega Pro, il Bassano approda in finale per salire in B e affronterà il Como.

Al Mercante, dopo l'1-1 dei tempi regolamentari, il Bassano ha la meglio sulla Reggiana ai calci di rigore. Risultato finale, dopo il pareggio a reti inviolate dell'andata: Bassano- Reggiana 4-2.
Si decide ogg, martedì 2 giugno, il cammino del Vicenza di Marino, che in un Romeo Menti da tutto esaurito affronterà il Pescara. Dopo aver perso 1-0 il primo confronto con gli abruzzesi a causa di un rigore beccato a 3’ dalla fine (e con una traversa colpita da Ragusa negli ultimi secondi di gioco), i biancorossi, che potranno recuperare Cocco e Di Gennaro, sono chiamati a ribaltare le sorti in una partita che non prevede il pareggio.
Nei playoff di Serie D, il Porto Tolle viola 2-1 il campo dell'Altovicentino e si qualifica per la fase finale.

BASKET

Nella gara di andata della semifinale scudetto, al Taliercio l'Umana supera Reggio Emilia 87-70.

ATLETICA

Si è disputato a Caprino Veronese il campionato regionale individuale ragazzi, che ha visto la partecipazione di cinquecento atleti provenienti da tutto il Veneto.

In gran spolvero gli atleti veneziani, capaci di conquistare ben quattro dei sedici titoli assegnati.

In particolare evidenza, la prestazione della trevigiana Laura Trevisan nel lancio del peso.

Il 33° Brixia Meeting, prestigioso appuntamento giovanile a livello allievi, che si è disputato a Bressanone e che ha visto la partecipazione di 16 rappresentative italiane e straniere, ha visto il Veneto classificarsi al quarto posto assoluto, dietro ai vincitori, i tedeschi del Baden Wuerttemberg, alla Lombardia e alla Slovenia.

La rappresentativa veneta ha ottenuto due vittorie individuali, con il mestrino d’adozione moglianese Fabio Camattari della Biotekna Marcon nel salto triplo, e con la veneziana Rebecca Borga dell’Atletica Riviera del Brenta, prima nei 400 metri.

Nella mezza maratona al chiaro di luna, che si è corsa a Jesolo, la Moonlight Half Marathon, giunta alla 5^ edizione, ha trionfato l’eritreo Eyob Faniel, che ha vinto in volata precedendo il piemontese Francesco Bona e il padovano Ruggero Pertile.

RUGBY

Il Calvisano è campione d'Italia di rugby. La squadra bresciana ha vinto lo scudetto 2015 battendo in finale il Rovigo per 11-10 (11-0), sul terreno del 'Battaglini'. Per Calvisano è il quinto titolo, il secondo consecutivo, mentre prosegue l'astinenza tricolore dei veneti (11 successi finora) che dura ormai 25 anni. A Rovigo presenti 6500 spettatori del 'Battaglini' si è ripetuta, a campi invertiti, la sfida che l'anno scorso aveva visto trionfare sempre i bresciani del Calvisano.
Il Casale sul Sile si aggiudica il trofeo assoluto nel torneo di Minirugby “Città di Perugia”
, la competizione, organizzata dal Rugby Perugia Junior e giunta alla sua settima edizione. Le gare sono state disputate domenica a Pian di Massiano, l’antistadio “Renato Curi” e l’impianto sportivo del Santa Giuliana di Perugia. La squadra trevigiana ha ottenuto il miglior piazzamento complessivo in tutte le categorie. Ha preso parte a ben quattro delle cinque finali in programma vincendone una (nell’under 8) e perdendone tre (under 6, 12 e 14).

TENNIS

Con un netto 62 61 Potito Starace ha piegato in finale Flavio Cipolla sui campi del Tc Schio aggiudicandosi la 9. edizione del "Città di Schio" Andritz Hydro. Una finale a senso unico che forse ha deluso un po' i numerosi tifosi assiepati sul centrale scledense, i quali si aspettavano uno spettacolo un po' lungo da due dei migliori rappresentanti azzurri del tennis italiano. E invece Starace ha fin da subito pigiato il piede sull'acceleratore togliendo il tempo e il fiato a un Cipolla ma entrato i partita e sempre costretto a rincorrere il campano.

Si è concluso, come da previsioni, con il successo del 2.1 Mario Radic, di origine croate ma mestrino di adozione, il torneo Open maschile Memorial “Ermanno Orler” organizzato sui campi dello Sporting Mestre. La manifestazione, che ha visto ai nastri di partenza circa un centinaio di atleti con una ventina di seconda categoria, è stata diretta dal giudice arbitro Rossana Favaro con la direzione di gara di Roberto Bonigolo. Pur avversato da sfavorevoli condizioni meteo, il torneo ha offerto spunti di notevole rilievo con incontri avvincenti e spettacolari. Alle fasi finali sono pervenuti i più forti giocatori del seeding con la vittoria finale incamerata dal favorito Mario Radic (unico 2.1 in gara tesserato per il Tc Padova) in due agevoli partite nei confronti del 2.4 Lorenzo Di Maro. In precedenza lo stesso Radic aveva regolato il 2.5 Matteo Baldi e il 2.4 Marco Di Maro, confermandosi così ancora una volta ai vertici del torneo Open disputato sui campi di via Terraglietto per l’ottava edizione.

UN PASSATO CHE NON VA DIMENTICATO

Sono passati 45 anni da quando ho intrapreso l’attività dell’informazione. avendo raggiunto prestigiosi incarichi, ma oggi dopo grandi soddisfazioni lascio questa interessante professione con molta liberta di pensiero. Un mio ringraziamento alle emittenti che in questi ultimi anni sono state protagoniste nel diffondere le notizie del settimanale sportivo IL DOPO GARA con riguardo alle attività della nostra regione meno riconosciute dalla stampa specializzata. Ai numerosi ascoltatori e i vari collaboratori che hanno creduto nel mio progetto editoriale. Grazie, grazie e buon lavoro a tutti.
Il direttore Giorgio Spigariol.



Torna ai contenuti | Torna al menu